> > 5 Piante da Frutto da avere in Giardino

Molto in auge in questi ultimi tempi, è la riscoperta della Pianta da Frutto, da inserire con astuzia nel proprio angolo verde. Scopri 5 Piante da Frutto.

Molto in auge in questi ultimi tempi, è la riscoperta della Pianta da Frutto, da inserire con astuzia nel proprio angolo verde. Esse apportano alla location un tocco di colore suggestivo e un effetto scenico a dir poco delizioso.

Le Piante da Frutto oltre ad essere gradevoli da un punto di vista estetico, risultano anche efficienti e proficue. Questi esemplari sono affascinanti perché scandiscono il susseguirsi delle stagioni, con la caduta delle foglie, la fioritura e il Maturare dei Frutti.

La peculiarità ancor più accattivante della Coltivazione delle Piante da Frutto, è la raccolta dei prodotti della natura, sani e genuini. Poter servire a tavola i frutti del proprio Orto è una vera soddisfazione, oltre che un notevole risparmio economico. Con i Frutti della Pianta raccolti, si possono realizzare conserve e marmellate, da consumare in famiglia o da regalare ad un’amica. Ma come Selezionare le Piante da Frutto adatte al proprio giardino?

Come Scegliere le Piante da Frutto per il Giardino

Allestire il proprio giardino è una pratica piacevole, ma di certo anche molto impegnativa. Abbellire lo spazio outdoor con Piante Ornamentali e fiorite, risulta spesso una soluzione scontata e poco originale.

Le Piante da Frutto sono dei vegetali che necessitano di particolari attenzioni per vivere e donare squisiti raccolti. Non tutti gli esemplari però presentano le stesse caratteristiche, ogni Pianta ha delle necessità specifiche che le permettono di vivere in maniera sana e di produrre frutti in quantità.

Prima di Selezionare una Pianta da Frutto da inserire nel proprio Giardino, è importante conoscere le caratteristiche del terreno sul quale andranno piantati gli esemplari. I terreni per loro conformazione, possono avere morfologie diverse che si sposano bene con alcune tipologie di Piante piuttosto che con altre.

È opportuno comprendere, prima di Acquistare una Pianta da Frutto, la sua adattabilità alle condizioni climatiche. Bisogna sapere se il vegetale da impiantare sopporta adeguatamente le temperature e i livelli di umidità che caratterizzano il luogo che lo ospiterà. Le Piante da Frutto per poter vivere bene hanno bisogno di una buona esposizione solare e un terreno ben drenato.

Una volta esaminata la fattibilità d’Adattamento della Pianta nel nel Giardino, è bene considerare un altro aspetto altrettanto importante, ossia il tempo da dedicare alla Cura del Vegetale. Di quali attenzioni necessita? Quante volte deve essere potato, innaffiato o difeso dalle avversità? Alcuni esemplari come il Ciliegio o la Pianta da limone non sono difficili da mantenere, altri invece hanno bisogno di molte più cure.

La disponibilità di spazio nel giardino è un elemento da tenere sempre in considerazione. Se il terreno è abbastanza ampio si possono ospitare più esemplari, magari di uno stesso frutto per favorire l’impollinazione. Se invece il Giardino non è molto capiente si può optare per l’inserimento di piante da frutto auto fertili come l’Albicocco, il Susino o il Ciliegio Durone.

Il Melo

Una Pianta da Frutto molto semplice da coltivare e che non prevede particolari attenzioni è il Melo. Appartenente alla famiglia delle Pomacee, il Melo è un albero caratterizzato dal frutto tondeggiante con polpa dolciastra, che racchiude al suo interno i semi.

Il Melo è una Pianta non eccessivamente voluminosa che può essere impiantata sia all’interno di un giardino ampio, che in un piccolo orto. Le tonalità verdi della sua chioma e i frutti colorati apportano un tocco di freschezza e vivacità agli spazi outdoor.

L’esemplare per offrire Frutti di Qualità necessita di un terreno fertile, contenente abbondante humus. Il Melo, benché abbia una buona adattabilità a svariate condizioni climatiche e morfologiche, non tollera ambienti molto umidi o suoli argillosi.

Il terreno che ospita la Pianta non deve essere troppo profondo poiché le sue radici si sviluppano in genere in senso orizzontale. Dunque si consiglia di curare bene il sotto chioma per permettere un’adeguata assimilazione delle sostanze nutritive, da parte delle radici. È opportuno quindi non Piantare i Meli a breve distanza tra loro, al fine di assicurare ad ognuno un appropriato spazio di crescita.

Esistono differenti varietà di melo, che presentano peculiarità molto differenti tra loro, il Golden Delicious per esempio cresce fecondo in un ambiente caratterizzato da un clima mite. Il James Grieve e il Geheinrat Oldenburg invece si adattano meglio a temperature rigide. La maggior parte degli Esemplari del Melo non sono auto fertili, per questo necessitano di varietà diverse per assicurare l’impollinazione. Attenzione a selezionare gli esemplari compatibili tra loro, un’ottima armonia sussiste tra il Granny Smith e il Golden Delicious.

Il Limone

Il Limone è una Pianta da Frutta di piccola taglia che può crescere stabilmente anche all’interno di un vaso capiente. I colori vivaci delle foglie e dei frutti ingentiliscono il Giardino e forniscono un tocco di raffinatezza ed eleganza all’ambiente.

Il terreno sul quale Impiantare il Limone deve essere poroso e abbastanza drenato, a tal proposito si consiglia di controllare periodicamente che non si accumulino ristagni d’acqua in prossimità delle radici.

Il Limone è una pianta delicata che non si adatta facilmente a condizioni climatiche estrema, non ama il caldo torrido e non sopravvive alle temperature sotto zero. Il freddo pungente e prolungato penetra nel fusto e deteriora la pianta al suo interno, compromettendone la Produzione di Frutti e la stessa vita del vegetale. Durante l’inverno è bene proteggere l’esemplare da vento e gelate, magari spostandolo in Angoli del Giardino più soleggiati e meno umidi, con una temperatura circostante non inferiore ai 13 gradi.

Il Limone benché si presenti con una struttura gracile, regala Frutti Abbondanti e succosi. Esistono differenti Tipologie di Limone, che presentano peculiarità differenti, sia per quel che riguarda le Caratteristiche dei Frutti, che per quel che concerne l’adattabilità ambientale.

Le tipologie sono:

  • Femminello Comune;
  • Femminello Siracusano;
  • Femminello Apireno;
  • Femminello Bianzo Zagara;
  • Interdonato;
  • Monachello.

Quest’ultimo esemplare ha un’ottima resistenza all’attacco delle malattie fungine che minacciano in particolar modo le Piante d’Agrumi.

Lampone

Il Lampone è una Pianta da Frutto Cespugliosa, che non occupa molto spazio. Il suo aspetto è gradevole anche in virtù dei colori che la distinguono. Il Frutto della Pianta si presenta come un’aggregazione di palline di tonalità rossastra. Il Lampone si presta bene ad arricchire le zone più spoglie del giardino, riempiendo angoli e perimetri.

La Pianta di Lampone non prevede particolari accorgimenti che riguardano la coltura. È indispensabile però, per garantire una copiosa produzione, impiantarla in un terreno a carattere sabbioso e ricco di sostanze nutritive.

La Pianta necessita di un gran quantitativo di acqua periodico, da somministrare dal basso, evitando l’irrigazione a pioggia che può contribuire a marcire i frutti. La Posizione Ideale della Pianta di Lampone, all’interno del giardino è in un angolo ombreggiato almeno in parte, e ventilato. L’esemplare non tollera molto i climi torridi. Per sostenere la pianta ed evitare che si accumulino i rami l’uno su l’altro, si consiglia di fissare delle canne in prossimità dei rami più vigorosi in modo che i ramoscelli possano attaccarsi senza difficoltà.

Kiwi

Nonostante sia una Pianta Originaria dell’Asia, il Kiwi si adatta in maniera impeccabile alle condizioni climatiche tipiche del nostro paese. Si tratta di una Pianta Rampicante che Produce dei Frutti deliziosi e gustosi che maturano a partire della seconda metà della stagione autunnale. Essendo un rampicante è bene supportare la pianta con dei sostegni o degli appoggi in grado di reggere il Peso dei Frutti e assicurare la crescita dei rami.

Il kiwi sopporta abbastanza bene sia le temperature alte che quelle basse, mentre le gelate improvvise possono compromettere la Produzione dei Frutti. È una pianta che necessita di un’abbondante e costante irrigazione, che non deve però tramutarsi in ristagni d’acqua. Il forte vento, che potrebbe distruggere la ramificazione, rappresenta una concreta minaccia per l’esemplare.

La Pianta di kiwi non è auto fertile, per assicurarsi la Produzione di Frutti è necessario impiantare almeno due esemplari di genere diverso, almeno uno maschile e un paio femminili, per favorire l’impollinazione. La potatura avviene dopo la raccolta dei frutti.

Pesco

Il Pesco è una pianta da frutto che non può mancare in giardino. Delicato e grazioso, il Piccolo Arbusto regala dei frutti estivi dolci e succosi, avvolti da una buccia colorata con una leggera sfumatura di giallo e rosso. Il Pesco è un vegetale che proviene con molta probabilità dalla Cina. Le antiche popolazioni lo consideravano il simbolo dell’immortalità.

Le Piante di Pesco si dividono in base ai Frutti Prodotti, in tre grandi categorie:

  • Pesche, frutti tondeggianti ricoperti da buccia pelosa;
  • Percoche;
  • Pesche noci o nettarine, con buccia liscia.

Il Pesco è un esemplare che si inserisce bene in ambienti caratterizzati da climi caldi. Resiste alla prolungata esposizione al sole e necessita di un’irrigazione costante ed abbondante. È opportuno impedire l’accumulo di acqua in ristagni, per scongiurare l’insorgere di patologie letali come l’asfissia radicale.

L’Albero del Pesco è caratterizzato da una fioritura precoce e ama i climi temperati. Gli sbalzi termici improvvisi e le gelate fuori stagioni possono compromettere in modo serio la sopravvivenza della pianta. Il terreno ideale per garantire un’ottima qualità del pesco, deve essere sciolto.

L’Albero di Pesche si presenta come una pianta di media grandezza e poco voluminosa, che può raggiungere i sette metri d’altezza. Padroneggia il giardino in maniera raffinata e colora l’ambiente.

Il pesco è molto delicato e purtroppo soggetto a numerose malattie, ma i rimedi da adottare in questi casi non sono complessi. Per debellare un ramo malato, basterà soltanto tagliarlo.